Ricerca, Ricerca Genetica, Sperimentazioni Genetiche
 
 
     
 

La ricerca biologica-molecolare e genetica è un elemento fondamentale della nostra attività. I geni contengono tutte le informazioni in erenti le cellule e gli organi del corpo umano. Mutamenti (ad es. mutazioni) in questi geni possono contribuire allo sviluppo di una moltitudine di malattie. La decodifica di questi geni e dei loro mutamenti ha già prodotto una migliore diagnosi precoce e un miglior trattamento precoce di alcune malattie.

Ricerca sul Tumore al Pancreas
Da vari anni il Centro Europeo di Pancreatologia è attivamente impegnato nella ricerca sui mutamenti molecolari e genetici che hanno luogo in una serie di forme neoplastiche tra le quali il tumore del pancreas. Diverse ed importanti sono state le scoperte relative alle cause di questa forma di tumore, e sono stati ideati nuovi metodi di trattamento, alcuni dei quali sono già stati sperimentati con successo negli animali. Alcune delle scoperte fatte nell'ambito di questa ricerca vengono di seguito illustrate.

 
     
   
  Terapie più efficaci grazie alla ricerca  
     
 

Le chance di sopravvivenza nei casi di tumore al pancreas sono molto basse e legate alla tempestività della diagnosi. L'incidenza di questa malattia è in aumento negli ultimi anni. Il progressivo miglioramento dei mezzi di diagnosi consente di scoprire la malattia più precocemente in un numero crescente di pazienti. Il tumore al pancreas è una patologia altamente aggressiva e si piazza al quinto posto sulle statistiche dei decessi nei tumori maligni.

Possibilità di guarigione:
La rimozione chirurgica e radicale del tumore è la sola forma di trattamento in grado di dare la guarigione. La chemioterapia e/o la radioterapia hanno un ruolo importante, possono ridurre le dimensioni del tumore rendendolo operabile ed inoltre migliorare la qualità di vita, lenire il dolore e allungare la sopravvivenza in molti pazienti.

I meccanismi della crescita aggressiva del tumore pancreatico non sono ancora chiariti.

Studi di biologia molecolare degli anni '80 sulle cellule di tumore pancreatico umano sottolineavano l'importanza dei cosidetti dei fattori di crescita (fattori che accelerano la crescita di varie cellule, ma soprattutto quelle tumorali) nello sviluppo del tumore al pancreas. È stato anche osservato che alcuni fattori che normalmente inibiscono la crescita cellulare o ingenerano la morte cellulare (apoptosi) sono alterati e la loro funzione è pregiudicata da mutamenti genetici. Queste alterazioni favoriscono la crescita del cancro e la sua capacità di invadere i tessuti sani circostanti e altri organi dove vanno a formare tumori secondari (metastasi).

 
     
     
   
     
   
 

Negli ultimi anni la ricerca biologico-molecolare nella nostra e in altre istituzioni ha contribuito al miglioramento della comprensione dei meccanismi che causano il tumore pancreatico.

L'accresciuta presenza di fattori della crescita e di una serie di altri mutamenti molecolari dà alle cellule del tumore pancreatico un considerevole vantaggio di crescita, che favorisce il progredire della malattia e che potrebbe essere responsabile della mancata risposta da parte del tumore alla chemioterapia o radioterapia. Nel frattempo una serie di studi è riuscita a dimostrare che un comportamento sempre più aggressivo del tumore del pancreas e una inferiore aspettativa di vita post-intervento sono legati al mutamento molecolare che ha luogo nelle cellule tumorali. La comprensione di tali processi consentirà con tutta probabilità di ottenere farmaci efficaci.

 
     
   
     
   
  I risultati delle ricerche in corso potranno rivelarsi in futuro in grado di rendere più efficaci le terapie nei pazienti affetti da tumore del pancreas. In anni recenti nuovi metodi di trattamento basati sulla ricerca molecolare hanno aperto le strade alla terapia genica. Il Centro è anche specializzato sulla ricerca dei difetti genetici in pazienti con una anamnesi di cancro pancreatico, nonché sulla forma ereditaria di pancreatite.  
     
   
  L'obiettivo di questa ricerca è quello di creare un database di tutti i casi in Germania e ora anche in Italia per consentire ai medici di predire il corso della malattia con maggiore accuratezza e di consigliare sulla migliore terapia disponibile per ciascun caso. Anche i familiari dei pazienti vengono esaminati e valutati in relazione ad alterazioni genetiche nell'ambito di questa specifica ricerca. Qui lo scopo è di prevedere prematuramente i potenziali casi ad alto rischio di tumore o pancreatite cronica. Ciò si basa sull'incidenza di sostanze genetiche alterate nel paziente.